PRIMA DELLA INFLAZIONE, PRIMA DELL’AUMENTO DEI PREZZI, PRIMA DELL’AUMENTO DEL COSTO DELL’ENERGIA, PRIMA DELLA GUERRA IN UCRAINA AVEVAMO DENUNCIATO LA INCAPACITÀ DELLO STATO AD APRIRE I CANTIERI

Evitiamo di dare la colpa al Covid, evitiamo di dare la colpa alla esplosione della inflazione, evitiamo di dare la colpa all’aumento dei prezzi delle materie prime, evitiamo di dare la colpa all’aumento dei costi dell’energia, evitiamo di dare la colpa alla guerra in Ucraina.

Evitiamo di invocare alibi e motivazioni che, da diversi mesi, proprio attraverso questo giornale avevamo anticipato. Invece ieri abbiamo letto su diversi quotidiani che una serie di opere, tra cui anche alcune di quelle inserite nel PNRR, sono in stallo, sono bloccate e non si intravedono possibili soluzioni nel breve periodo.

Ne elenco solo alcune come l’anello ferroviario di Roma, la Diga foranea di Genova, il terzo lotto della TAV Brescia – Verona – Padova, la E78 cioè l’asse viario Fano – Grosseto.

Mancano sicuramente ancora i bandi per 24 miliardi di lavori. Eppure avevamo letto negli ultimi mesi una serie di assicurazioni fornite, con una sistematicità giornaliera da parte del Ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini, sull’avvenuto avvio dei lavori, sullo sblocco delle autorizzazioni, sulla immediata attivazione della spesa e solo questo giornale aveva invece ricordato che trattavasi, purtroppo, di annunci e di dichiarazioni di buona volontà.

Questo approccio critico ampiamente motivato dai fatti, ampiamente motivato da dati era stato anche oggetto di attacco proprio da parte dello stesso Ministro Giovannini che, in più occasioni, aveva ribadito che trattavasi di “dichiarazioni farneticanti”.

Le dichiarazioni fatte da questo giornale erano state fatte molto prima dell’aumento dei prezzi delle materie prime, erano state fatte molto prima della guerra in Ucraina.

Ma ancora più grave è che per cercare di sbloccare la lunga stasi, durata ormai sette anni nel comparto delle costruzioni, il Governo aveva fatto ricorso ai Commissari straordinari e ne aveva nominati ben 39 per 102 opere. Ed è davvero sconcertante quanto denunciato dalla Vice Presidente dell’ANCE Roma Giorgia Gorgerino: “Non è questione di Nord e Sud. Lentezza e burocrazia bloccano tutte le opere italiane senza distinzione geografica. Solo da poco tempo è stato attivato il dibattito pubblico sull’asse ferroviario ad alta velocità Salerno – Reggio Calabria”.

Ma la lentezza accumulata anche durante i lavori di questo Governo, cioè dal mese di febbraio 2021 e quindi prima dell’aumento dei prezzi, è imbarazzante perché ora si è costretti a bloccare tutti gli appalti. “Anche i prezzari di tutti gli appalti banditi, precisa sempre la esponente dell’ANCE, e non assegnati andranno rivisti, altrimenti si rischia quello che è accaduto al Ponte dei Congressi di Roma. Gara deserta per il bando da 146 milioni”.

E, una volta per tutte, dobbiamo avere il coraggio di riconoscere le proprie responsabilità ed ammettere che la sottovalutazione del fattore tempo ed il piacere narcisistico di annunciare anche solo intuizioni progettuali e non cantieri operativi si trasforma in un misurabile danno all’erario.

Fornisco solo un dato: il ritardo nella emissione di bandi per 24 miliardi di lavori, il mancato avvio dei lavori nei mesi di marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre, dicembre, gennaio, cioè il mancato avvio dei lavori durante questo Governo è facilmente stimabile in un costo superiore ai 4 – 6 miliardi di euro.

Le cause sopravvenute non erano prevedibili e purtroppo sono reali ma le irresponsabilità dei soggetti preposti alla gestione della cosa pubblica erano tutte presenti e purtroppo inconcepibili.

Prima o poi qualcuno dovrà fornire dei chiarimenti alla Unione Europea proprio sul perdurare immotivato della stasi nell’attivazione della spesa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: